Position paper SIC: Trattare per prevenire – la riduzione intensiva del colesterolo LDL nel paziente a rischio cardiovascolare molto alto senza pregresso evento. Dalle linee guida ESC alla pratica clinica

Pasquale Perrone Filardi, Ermanno Nardi, Piergiuseppe Agostoni, Francesco Barillà, Paolo Calabrò, Marco Matteo Ciccone, Antonio Curcio, Ciro Indolfi, Saverio Muscoli, Savina Nodari, Stefania Paolillo, Giuseppe Patti, Italo Porto, Gianfranco Sinagra, Luca Galli, Sara Fontanarosa, Carmine Dario Vizza, Paola Gargiulo

RIASSUNTO: Le malattie cardiovascolari (CV) sono responsabili ogni anno di oltre 4 milioni di decessi in Europa e di oltre 220 000 decessi in Italia, rappresentando la principale causa di morbilità e mortalità nel mondo. Le linee guida della Società Europea di Cardiologia (ESC) hanno visionariamente inserito tra i soggetti a rischio CV molto alto pazienti senza precedenti eventi acuti, ovvero con sindrome coronarica cronica o arteriopatia periferica, con aterosclerosi subclinica, ipercolesterolemia familiare, diabete mellito con danno d’organo o con molteplici fattori di rischio associati, e soggetti con elevato score di rischio CV, raccomandando di considerarli in prevenzione secondaria e con gli stessi target di colesterolo LDL. Lo scopo di questo position paper è quello di fornire un approfondimento sulle raccomandazioni delle linee guida ESC in queste categorie di soggetti, al fine di aumentare la consapevolezza della comunità clinica riguardo alla riduzione del rischio CV in questo specifico contesto epidemiologico.