Il microbiota intestinale come fattore di rischio aterosclerotico: dai meccanismi biologici ai possibili interventi terapeutici

Stefania Angela Di Fusco, Giuseppe Zuccalà, Antonio Francesco Amico, Sara Cocozza, Giulia Bugani, Antonella Spinelli, Fabiana Lucà, Stefano Aquilani, Domenico Gabrielli, Michele Massimo Gulizia, Fabrizio Oliva, Furio Colivicchi

RIASSUNTO: Il microbiota intestinale intervenendo in diversi processi fisiologici ha un impatto importante sulla salute dell’individuo ospite. Inoltre, il microbiota intestinale sembra avere un ruolo anche nello sviluppo e nella progressione di diverse malattie. In questa rassegna, riportiamo le evidenze attualmente disponibili relative ai processi fisiopatologici mediati dal microbiota intestinale e dai suoi metaboliti e che possono essere implicate nello sviluppo e nella progressione delle malattie aterosclerotiche. La rassegna sintetizza, inoltre, i principali risultati di studi clinici che hanno dimostrato l’esistenza di un’associazione tra la composizione e la funzione del microbiota intestinale e le malattie aterosclerotiche. Infine, vengono discussi gli interventi che, andando ad impattare la composizione e/o funzione del microbiota intestinale, potrebbero ridurre il rischio associato alle malattie cardiovascolari aterosclerotiche.