Documento di consenso Società Italiana di Cardiologia-Società Italiana di Nefrologia: Ruolo dell’asse cardio-renale nella prevenzione e trattamento delle patologie cardiovascolari – Parte I: Dai fattori di rischio cardiovascolare ai meccanismi di danno cardio-renale

Piergiorgio Messa, Francesco Barillà, Christian Basile, Cristina Basso, Vincenzo Cantaluppi, Giovambattista Capasso, Marco Matteo Ciccone, Stefano Contessi, Antonio Curcio, Luca De Nicola, Ciro Esposito, Amantia Imeraj, Dalgisio Lecis, Massimo Mancone, Marita Marengo, Giuseppe Mercuro, Marco Merlo, Marco Metra, Marianna Adamo, Saverio Muscoli, Savina Nodari, Linda Pagura, Ernesto Paoletti, Stefania Paolillo, Roberto Pedrinelli, Pasquale Perrone Filardi, Giovanni Battista Pertosa, Andrea Pezzato, Roberto Pontremoli, Francesco Romeo, Piero Ruggenenti, Claudio Ronco, Antonio Santoro, Gianfranco Sinagra, Carmen Spaccarotella, Dauphine Zippo, Carmine Zoccali, Ciro Indolfi

RIASSUNTO: L’insufficienza renale cronica (IRC) e la malattia cardiovascolare (CV) sono due condizioni ad elevata prevalenza nella popolazione generale e strettamente correlate tra di loro; possono, infatti, contribuire in maniera biunivoca allo sviluppo o alla progressione l’una dell’altra. Nei pazienti con IRC la principale causa di morbilità e mortalità è la malattia CV, che può essere esacerbata dalla malattia renale, in quanto l’IRC accelera il processo aterosclerotico tramite l’incremento dell’infiammazione, la perturbazione del metabolismo lipidico e modifiche nel metabolismo dei minerali a livello osseo. D’altro canto, una stretta relazione esiste tra IRC ed i classici fattori di rischio CV, quali diabete mellito, ipertensione arteriosa e dislipidemia, altamente prevalenti nella popolazione di pazienti nefropatici, con necessità, da un lato, di inquadrare correttamente il rischio CV di questa popolazione al fine di identificare i target terapeutici da raggiungere e, dall’altro, di ottimizzare il trattamento farmacologico, complicato dalla coesistenza delle due condizioni. La prima parte di questo documento di consenso esplora i meccanismi di danno cardio-renale e l’impatto, nonché la gestione, dei principali fattori di rischio CV nell’ambito dell’IRC.