Terapia ormonale, assetto cardio-metabolico e cardiotossicità. Il lato ancora oscuro della cardioncologia – Parte 1: Cancro della mammella

Luigi Tarantini, Jennifer Foglietta, Stefania Gori, Carmine Pinto, Antonio Russo, Alessandro Navazio

RIASSUNTO: La terapia ormonale con finalità anti-estrogeniche è un caposaldo nella terapia dell’immuno-istotipo più frequente tra i tumori della mammella, il cancro mammario che esprime i recettori per gli estrogeni. La terapia ormonale è somministrata per molto tempo ed influisce negativamente sul profilo cardio-metabolico interagendo con il rischio cardiovascolare intrinseco della donna e gli effetti cardiotossici degli altri trattamenti (chemioterapia, radioterapia, terapia a bersaglio molecolare). In questa rassegna analizziamo le implicazioni fisiopatologiche e gli effetti cardiovascolari della terapia ormonale fornendo elementi utili per la realizzazione di un programma di gestione personalizza basata sullo “stepwise approach” raccomandato dalla versione 2021 delle linee guida sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari della Società Europea di Cardiologia e sul possibile utilizzo dei nuovi farmaci antidiabetici potenzialmente utili nella gestione della sindrome metabolica.