I disegni di studio utilizzati nella ricerca epidemiologica delle malattie croniche

Giuseppina Crugliano, Michele Provenzano, Claudia Torino, Carlo Garofalo, Mariateresa Zicarelli, Giuseppe Coppolino, Davide Bolignano, Raffaele Serra, Michele Andreucci

RIASSUNTO: La ricerca clinica è in costante espansione poiché suscita un crescente interesse. Questa rassegna ha lo scopo di approfondire i principali disegni di studio utilizzati in epidemiologia clinica, cercando così di aiutare il ricercatore alla scelta della giusta metodologia da adottare durante la fase di elaborazione e programmazione di un progetto di ricerca. Gli studi caso-controllo valutano l’associazione tra un’esposizione ad un fattore di rischio ed un endpoint. Gli studi cross-sectional sono indicati per valutare la prevalenza di un dato fattore di rischio. Gli studi di coorte consistono in studi longitudinali finalizzati a valutare l’associazione di un’esposizione ad un fattore di rischio ad uno o più endpoint non presenti al momento dell’arruolamento degli individui. Gli studi sperimentali sono finalizzati a valutare l’efficacia di un intervento. Prevedono, in genere, che vi siano due gruppi di individui, sottoposti ad un processo di randomizzazione, ai quali viene somministrato un trattamento sperimentale oppure uno standard. Le metanalisi sintetizzano le evidenze di studi presenti in letteratura che riguardano un quesito specifico di ricerca e costituiscono una fonte importante per la medicina basata sulle evidenze e per l’elaborazione e l’aggiornamento di linee guida.