Sindrome coronarica acuta dopo puntura di insetto: una revisione sistematica della letteratura

Alberto Monello, Luca Moderato, Davide Lazzeroni, Giorgio Benatti, Pierluigi Demola, Simone Binno, Anna Chiara Vermi, Gioacchino Valenti, Luciano Losi, Guido Rusticali, Massimo F. Piepoli

RIASSUNTO: Razionale. La sindrome di Kounis si caratterizza per un interessamento coronarico secondario ad ipersensibilità che può essere indotta dall’esposizione a diversi fattori scatenanti; i più comuni sono rappresentati dagli antibiotici, seguiti dalle punture di insetto. Materiali e metodi. Abbiamo revisionato la letteratura indentificando 66 pazienti con storia di sindrome coronarica acuta a seguito di puntura di insetto. Risultati. L’età media è stata di 51 anni, il 19% dei pazienti era di sesso femminile e solo il 12% del totale presentava storia pregressa di allergia. Gli insetti più comunemente coinvolti sono stati api e vespe (86%) ed i sintomi più riscontrati sono stati il dolore toracico e sintomatologia secondaria ad anafilassi (rispettivamente 36% e 29%); l’alterazione ECG più frequente è stata il sopraslivellamento del tratto ST. Le complicanze riportante non sono state infrequenti (15%), in particolare quelle aritmiche, soprattutto nei pazienti con coronarie indenni da lesioni aterosclerotiche significative. Conclusioni. La sindrome di Kounis secondaria a puntura di insetto è una causa non rara di sindrome coronarica acuta e presenta un rischio aritmico più elevato nei pazienti con coronarie indenni da lesioni aterosclerotiche significative.