Heart Team e malattie valvolari: l'importanza di un approccio multidisciplinare

Silvia Malara, Francesco Burzotta, Enrico Romagnoli, Cristina Aurigemma, Piergiorgio Bruno, Natalia Pavone, Francesca Graziani, Carlo Trani, Filippo Crea, Massimo Massetti

RIASSUNTO: Le malattie valvolari sono patologie diffuse nella popolazione anziana e con diverse opzioni terapeutiche disponibili. Fondamentale nella scelta del trattamento è la valutazione del rischio di mortalità postoperatoria tramite appositi ‘score’, quali STS score, EuroSCORE II ed altri più specifici, che includono parametri relativi alla patologia valvolare e alle comorbilità più rilevanti. Gli score di rischio, tuttavia, non tengono conto di alcuni aspetti quali le esigenze cliniche del singolo paziente, la gestione delle risorse locali e l’expertise del centro. L’Heart Team, integrando l’esperienza di diverse figure specialistiche, permette di ottimizzare il processo decisionale mediante una migliore valutazione del rapporto rischio/beneficio delle varie possibilità terapeutiche. La discussione multidisciplinare dei pazienti complessi è raccomandata dalle linee guida internazionali sulla gestione delle patologie valvolari ed è parte dell’attività clinica di molti centri. Tuttavia, mancano in letteratura trial clinici randomizzati a supporto della gestione multidisciplinare e non sono stati identificati i parametri che permettono di valutarne l’efficienza. L’Heart Team è comunque un promettente strumento nella “best practice” per il trattamento delle valvulopatie, potendo portare al miglioramento dell’outcome intraospedaliero e ad un’ottimizzazione delle risorse.