Modulazione della contrattilità cardiaca nello scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta: revisione critica delle evidenze ed aspetti decisionali pratici

Mauro Biffi, Nadia Aspromonte, Maria Grazia Bongiorni, Francesco Clemenza, Antonio D'Onofrio, Gaetano Maria De Ferrari, Francesco Giallauria, Massimo Grimaldi, Fabrizio Oliva, Michele Senni, Claudio Tondo, Massimo Zecchin, Luigi Cappannoli, Mario Giannotti Santoro, Matteo Ziacchi, Aldostefano Porcari, Gianfranco Sinagra

RIASSUNTO: Questa rassegna tratta con approccio di revisione critica gli aspetti fisiopatologici e le evidenze scientifiche attualmente disponibili in merito alla terapia di modulazione della contrattilità cardiaca. Gli elementi da considerare nell’indicazione all’impianto del dispositivo per pazienti in classe NYHA >II con scompenso cardiaco e frazione di eiezione ≤45% sono proposti in un algoritmo pratico. Il documento contiene la proposta per la costruzione di un registro italiano che analizzi le caratteristiche dei pazienti portatori di dispositivo con approccio multiparametrico, inclusivo anche di profili bioumorali, per identificare il profilo clinico ed i predittori di risposta alla terapia. La sezione “Domande e risposte” offre utili spunti di riflessione a carattere fisiopatologico, tecnico, scenari clinicamente rilevanti e prospettive future.